Il programma

Il programma della decima edizione di ETHNOI Pesco Sannita (Bn)
dal 26 al 30 ottobre 2016

Mercoledi 26 ottobre
Eventi speciali
ore 15,30 Sala consiliare del comune di Pesco Sannita
Il sindaco di Pesco Sannita  Michele Antonio, presenta e inaugura la X edizione di Ethnoi Festival delle culture del mondo/ festival delle minoranze culturali ed etnolinguistiche.  



Acm Mediateca
dalle ore 16,00 Palazzo comunale ex asilo Canti,
Paesaggi e culture in Asia: Cina, Mongolia, Tibet

Proiezione di filmati sulla festa cinese per l'arrivo dell'estate, sulla vita tradizionale, i paesaggi e le culture musicali della Mongolia e del Tibet.
L'evento viene realizzato grazie ai documenti forniti dall'Ambasciata della Repubblica Popolare di Cina in Italia.

Presso l'Archivio è possibile visionare film e audiovisivi, consultare pubblicazioni e documenti sulla storia  delle minoranze culturali ed etnolinguistiche, dei popoli indigeni, sullo stato dei patrimoni culturali immateriali.

In collaborazione con  B.R.I.O. Brillanti realtà in osservazione, nell'ambito delle attività di  "Intimalente. Festival di film etnografici": proiezioni a richiesta di film e video tratti dall'archivio del festival.



Acm Mediateca /Archivi del cinema delle minoranze
ore 16,30 Palazzo comunale ex asilo
Decentramenti

Tre film etnografici
Presentazione di tre film dedicati a culture minoritarie in transizione, resistenti o soccombenti alla globalizzazione.



Linguaggi/Tradizioni musicali
Ore 18,30 Palazzo Orlando
Paolo Montella & La bestia carenne

la canzone napoletana classica

Giovedi 27 ottobre
Minoranze / Incontri

Ore 10,15 Sala consiliare
Minoranze indigene, globalizzazione e diritti umani
Incontro con il Console generale della Repubblica Bolivariana del Venezuela,  Amarilis Gutierrez Graffe   
Nel corso dell'incontro saranno presentati documentari inediti sulle culture indigene del Venezuela.



Minoranze / Incontri

ore 11,45 Sala Consiliare
Una comunità indigena nel processo di globalizzazione
Aldo Colucciello (antropologo, direzione Festival Intimalente)
Nel corso dell'incontro verrà proiettato il film "Framing the Other" di Ilja Kok e Willem Timmers.



Linguaggi/ Fabula Rassegna di arti narrative
Ore 14,30
Teatro comunale
Moustapha DEMBELE
L'arte del griot
Il griot è un narratore, poeta, cantore. Il suo ruolo in molte comunità africane è quello di conservare e trasmettere la memoria storica.



Linguaggi/ Fabula. Rassegna di arti narrative
Ore 17,00
Palazzo Orlando
Sergio DIOTTI
"Il ciclo del fulesta, ovvero L'uomo che racconta le favole."
Diotti racconta "storie, immagini e personaggi" dell' Emilia-Romagna "proponendole al mondo. La narrazione è oggi, dal punto di vista teatrale, un esercizio indispensabile di ascolto e di comprensione dell'altro che è in noi e fuori di noi."



Linguaggi/Tradizioni musicali
Ore 19,00
Teatro comunale
Nanalè. L'Africa
concerto di musica africana contemporanea.
M. Dembélé  ( kora, n'goni, balafon, tamani, voce);  Marco Ponta ( chitarra, voce)



Venerdi 28 ottobre
ore 10,00
Sala consiliare
Minoranze / Incontri
Frontiere
Il Mediterraneo come limes
Incontro con Maria Teresa Terreri  (presidente coop. Cidis)



Minoranze / Incontri
ore 11,00
Sala consiliare
Religione e intercultura. Per il dialogo interreligioso.
A cura di Vincenzo Esposito (antropologo, docente Università di Salerno)



Minoranze / Incontri
ore 12,00
Palazzo Orlando
La Turchia e il Mediterraneo
Incontro con Pierfranco Bruni  (responsabile Progetto Etnie Mibact)

La Turchia e il Mediterraneo hanno sempre rappresentato una chiave di lettura di una geografia non solo geopolitica ma anche culturale



Linguaggi/ Fabula
Rassegna di arti narrative
Ore 14,30
Palazzo Orlando
Valorizzare le tradizioni narrative
 Narrare,ascoltare, valorizzare storie e racconti della tradizione popolare.
Incontro con Ugo Vuoso, Alberto Nicolino e Fioravante Rea.



Linguaggi/ Fabula
Rassegna di arti narrative
Ore 17,00
Palazzo Orlando
Alberto NICOLINO
"Le fiabe sono vere"
Dalla narrazione di storie pressoché sconosciute al loro commento, dall’esperienza dell’incontro con i vecchi contadini all’analisi di alcuni aspetti culturali. La fiaba mezzo di conoscenza, trasmissione orale, educazione. Un viaggio sorprendente e divertente in un mondo ricchissimo che, spesso a torto, crediamo di conoscere.



Linguaggi/ Fabula
Rassegna di arti narrative

Ore 18,30
Teatro comunale
Caterina PONTRANDOLFO  Folk Trio
"Canti, danze e fiabe della tradizione lucana"
Concerto-spettacolo ideato e diretto da C.Pontrandolfo. 
Con Caterina Pontrandolfo (voce), Paolo Del Vecchio (chitarra, bouzouki), Francesco Paolo Manna (percussioni).
Si ringrazia la ricercatrice Silvia Lacertosa per la gentile concessione dei materiali inediti della Raccolta delle Fiabe Lucane di Aurora Milillo.  



Linguaggi/Tradizioni musicali

Ore 20,00
Piazza Umberto I
Il ritmo della felicità
Suoni, canti e danze di un linguaggio ritrovato
a cura di Carlo FAIELLO

In collaborazione con il Dipartimento di Musica Popolare di Vallo della Lucania; sede distaccata del Conservatorio di Salerno.
Uno spettacolo-concerto per riannodare i fili della Memoria che ci legano alla vita, alla festa, alla gioia. 
Musicisti: Carlo Faiello (Voce e Chitarra); Francesco Citera (Fisarmonica); Gianluca Mercurio (Percussioni); 
Tommaso Sollazzo (Chitarra battente e Mandolino); Denis Citera (Batteria); Antonio Brunetti (Basso).
Solisti e Coro  diretti dal M° Massimiliano Luciani,
in o. a.:  Katia Allegro, Alessia Autori, Antony Cammarano, Francesco De Feo, Emanuela De Vivo, Giovanna Germanò,
Angela Giusto, Chiara Giusto, Rosanna Giusto, Marta Guida, Maria Carmela Greco, Caterina Melone, Antonella Pepoli, 
Paola Salurso, Imma Scarpitta, DaianaToriello, Simona Totaro, Concetta Vermiglio.

Nel corso della serata è previsto un Omaggio all’Irpina con la partecipazione di:  Ballintrezzo e Tarantella del Carnevale di Montoro,  La Pacchiana e la Tarantella di Montecalvo Irpino diretti da Valerio Ricciardelli. 



Sabato 29 ottobre
Minoranze / Incontri
ore 10,00
Sala consiliare
Il Parco Etnolinguistico  come museo diffuso
Un progetto per la valorizzazione del patrimonio linguistico e culturale delle minoranze etnolinguistiche storiche.
A cura di  Silvia  Pallini e Sara Petroccia.
Nel corso dell'incontro viene presentato un breve video sulla esperienza della "Carovana della memoria e della diversità linguistica".



Minoranze / Incontri
ore 11,00
Sala Consiliare
Minoranze linguistiche: la diversità come valore
A cura di Pierfranco Bruni (Progetto Etnolinguistico Mibact)  con Michele Pavia (esperto di cultura franzo-provenzale, Faeto)  e Giovanni Agresti  (docente Università di Teramo).



Linguaggi/ Fabula
Rassegna di arti narrative
ore 12,00
Palazzo Orlando
Alberto NICOLINO  (Centro fiaba e narrazioni di Palermo)
"Come si raccontano le fiabe"
Metodo e teoria per la narrazione orale delle storie di magia



Minoranze / Focus
Ore 14,30
Palazzo Orlando
Hobevalge
La cultura e la lingua estone sono al centro di un attento e rigoroso processo di tutela e valorizzazione in Europa e in Italia, paese con il  quale l'Estonia condivide antiche e suggestive trame storiche e mitiche. A cura di  Ulle Toode (Centro studi baltici) e  di Gianni Glinni, curatore della edizione italiana dell'opera "Hõbevalge".



Eventi speciali
ore 15,30
Sala consiliare del comune di Pesco Sannita. 
"Patrimoni culturali immateriali e sviluppo del turismo sostenibile nei centri minori. Il Distretto  come strumento e risorsa."
Interventi del Sindaco di Pesco Sannita, dell'Assessore regionale al turismo e di altre figure istituzionali, politiche, scientifiche.



Linguaggi/ Fabula
Rassegna di arti narrative
Ore 17,30
Teatro comunale
Alessio DI MODICA
"Etna. Storie popolari alle pendici del vulcano"
Cunti di e con Alessio Di Modica.
Un ciclo di racconti ispirati alla letteratura orale dei paesini alle pendici del Mongibello (antico nome dell'Etna), che narrano cosa vuol dire per uomini e donne vivere in questo luogo in cui per secoli il ventre della terra ha vomitato fuoco e leggende che sono diventate rocce scure.



Linguaggi/Tradizioni musicali
Ore 19,00

Bandadella Ricetta
Le Donne del CantaMangio
Voci, Organetto, Putipù, Clarinetti, Contrabbasso, Tamburelli & Ortaggi
La Banda della Ricetta propone un viaggio garbato e saporito tra cibo e musica , scoprendo pietanze sonore e storie gustose. Durante il concerto vi saranno sorprese culinarie e profumi speciali!  I sapori e i saperi musicali dello spettacolo provengono dal folk della tradizione popolare italiana, e da brani portati al successo da alcuni grandi interpreti come Domenico Modugno (La cicoria e ‘O cafè), Caterina Bueno (Fagioli ‘olle ‘otenne), Nino Ferrer (Il baccalà), Piero Ciampi (Il vino).
Clara Graziano (voce, organetto, putipù), Valentina Ferraiuolo (voce, tamburelli), Teresa Spagnuolo (clarinetto, clarinetto basso), Flavia Ostini (contrabbasso, banjo).


Domenica 30 ottobre
Linguaggi/ Tradizioni
ore 10,30
Piazza Umberto I
Kunsertu. Danze, musiche  e costumi delle minoranze culturali e linguistiche
 Il comune di San Marzano di San Giuseppe (Taranto) è uno dei molti paesi albanofoni italiani. Il suo gruppo folk, in abiti tradizionali, prenderà parte al folk contest animato dai gruppi di ricerca e riproposizione delle tradizioni di canto, musiche e danze tradizionali di Greci (Av), La Sunagliera (Pomigliano), Zeza (Mercogliano), Takkarata (Fragneto Monforte), Gruppo folk Laurianum

Stand di prodotti enogastronomici, artigianali e territoriali.


Minoranze/Eventi
Ore 15,30
Sala consiliare
Musei etnografici: una rete regionale tematica
Ricercatori, esperti, museologi riflettono sul ruolo e la funzione dei musei locali.


Linguaggi/ Fabula
Rassegna di arti narrative
Ore 18,00
Palazzo Orlando
Fioravante REA
"Come in mare così in terra. Racconti di potere e uomini liberi tratti da fiabe e da leggende popolari mediterranee."
 Di e con Fioravante Rea. Musiche di Carlo Faiello.


Culture/ Tradizioni etnomusicali
Ore 20,00
Piazza Umberto I
Echi pimmena
Suoni e canti dalle altre lingue italiane
un progetto originale di Ambrogio Sparagna per i solisti dell' Orchestra Popolare Italiana dell'Auditorium Parco della Musica.
Un grande omaggio ad alcune delle lingue minoritarie italiane in un concerto che vede come protagonisti alcuni solisti dell’Orchestra Popolare Italiana. Ispirati dalle fonti costituite dalle raccolte letterarie ottocentesche e e da alcuni documenti musicali presenti in vari Archivi sonori regionali e nazionali i solisti dell'OPI raccontano in versi e parole il mondo antico e ancora attuale delle minoranze che parlano griko, arberesh, gallo italico, etc.
Un variegato repertorio di indovinelli, litanie per raccontare storie e personaggi, ambienti e atmosfere forti e delicate allo stesso tempo e canti di questua, di lavoro, d’amore o religiosi originalmente arrangiati per far assumere loro un colore inaspettato, mantenendo una verace emotività nella tecnica vocale e una fedeltà alle melodie tradizionali.
 
l'Orchestra Popolare Italiana dell'Auditorium Parco della Musica di Roma, è un grande gruppo strumentale residente all'íinterno dell'Auditorium allo scopo di promuovere il repertorio della musica popolare italiana. Ambrogio Sparagna, etnomusicologo, musicista, cantante e autore, ne è stato il fondatore.
Prima del concerto  sarà consegnato al  M° Sparagna il Premio Ethnoi per la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale immateriale.

con :  Ambrogio Sparagna (organetti), Eleonora Bordonaro (voce), Raffaello Simeoni (voce, fiati popolari),Cristiano Califano (chitarra), Arnaldo Vacca (percussioni), Erasmo Treglia (ghironda, torototela, ciaramella, fiati popolari).